Filippo collina e un altro giorno…

Disperso sin da piccolo tra i pensieri infantili in una mente cicatrizzata da uno scherzo del cielo. Cresci negli anni tra la paura della morte e la spensieratezza di sapere che c’è tempo per la gradinata, aiutato dalla volontà divina come in un disegno quasi già scritto.

A quindici anni ascolti le canzoni per Radio da una mamma presa dalla passione per la musica. Tra le migliaia di canzoni e composizioni, che le combinazioni matematiche di note e suoni possano generare, capita che si insinua nella mente un motivo apparentemente banale, di cui riesco a capire solo qualche nome del ritornello.. Paradise.. Con un computer dell’era preistorica cerchi tramite winmx la canzone che ti è rimasta nella mente. Il programma pirata che, per sua natura inizia a scaricare dall’inizio la canzone, e permette di ascoltare i primi secondi, non ti aiuta a scaricarla e a capire il nome della canzone. Dopo settimane di vana ricerca, beffato dalla canzone che ha un inizio anomalo, come un’introduzione di suspense per l’ascolto di qualcosa unico al mondo, riesci a beccarla con la pazienza di ascoltare tutte le canzoni con il nome Paradise per più di una trentina di secondi dall’inizio.

36 secondi esatti e parte il motivo di una melodia perfetta, dove note di chitarra e pianoforte di si intrecciano attraverso la scrittura di spartiti, che sembrano scritti da una mano divina.

Filippo Collina – Un’altro giorno in Paradiso

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...