A fil di spada — almerighi

Spandi il verbo, tenendo bene in mostra il culo sfinito dalla stanchezza di tante sedute. Nulla risarcirà la storia, né il mancato talento per quanto usato male, del non essere nato dio e aver sbattuto la faccia contro una somma di vasche fin da sempre. Ancora ammiccano orli di palpebre, le loro chiese saltate. I […]

A fil di spada — almerighi

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s