2nd July (’22): Palio di Siena [Italy]

Trecciolino alla curva di San Martini

The Palio di Siena (Italian pronunciation: [ˈpaːljo di ˈsjɛːna]; known locally simply as Il Palio) is a horse race that is held twice each year, on 2 July and 16 August, in Siena, Italy. Ten horses and riders, bareback and dressed in the appropriate colours, represent ten of the seventeen contrade, or city wards. The Palio held on 2 July is named Palio di Provenzano, in honour of the Madonna of Provenzano, a Marian devotion particular to Siena which developed around an icon from the Terzo Camollia [it] area of the city. The Palio held on 16 August is named Palio dell’Assunta, in honour of the Assumption of Mary.

Sometimes, in case of exceptional events or local or national anniversaries deemed relevant and pertinent ones, the city community may decide for an extraordinary Palio, run between May and September. The last two were on 9 September 2000, to celebrate the city entering the new millennium and on 20 October 2018, in commemoration of the end of the Great War.

The Corteo Storico, a pageant to the sound of the March of the Palio, precedes the race, which attracts visitors and spectators from around the world.

The race itself, in which the jockeys ride bareback, circles the Piazza del Campo, on which a thick layer of earth has been laid. The race is run for three laps of the piazza and usually lasts no more than 90 seconds. It is common for a few of the jockeys to be thrown off their horses while making the treacherous turns in the piazza, and indeed, it is not unusual to see riderless horses finishing the race.

♬ LUCA CARBONI – La canzone dell’estate

 

TESTO

Da bambini in cortile
inseguivo l’estate
poi morivo di sete
all’ombra delle case
e la palla incastrata
tra la Skoda e la Ford
i russi e gli americani
o forse i cowboy e gli indiani
e la sera nel letto
sudavo sogni leggeri
una vita fantastica
la mia pistola di plastica
e mica lo sapevo
che ti avrei incontrato
ho preso la mira poi sparato

La canzone dell’estate
che mi dice che non ti piace
le nostre risate
la canzone dell’estate
in un mondo senza pace
le spiagge illuminate
tu ti tuffi dentro di me
tu ti tuffi dentro di me

E intanto fuori qualcuno voleva cambiare il mondo
tirava la bomba sui nostri anni di piombo
intanto fuori qualcuno che sei proprio te
chi tra gioia e dolore
perchè fuori c’è l’odio e l’amore
ora brindiamo al tramonto
di un altro giorno che muore
ma questa sera fantastica
con i bicchieri di plastica
e mica lo sapevo
che ti avrei baciato
ho preso la mia e poi ho amato

La canzone dell’estate
che mi dice che non ti piace
le labbra salate
la canzone dell’estate
in un mondo senza pace
le vite bruciate
tu ti tuffi dentro di me
tu ti tuffi dentro di me
tu ti tuffi dentro di me

Ma che voglia che ho ma che voglia che hai
ma che voglia di uscire
ma che estate è
ma che voglia ho
a me mi fa impazzire

Ma che voglia che ho ma che voglia che hai
ma che voglia di uscire
ma che bella è
ma che male che fa

La canzone dell’estate
che mi dice che non ti piace
le rime baciate
la canzone dell’estate
in un mondo senza pace
le spiagge private
tu ti tuffi dentro di me
tu ti tuffi dentro di me
mi tuffo dentro di te